Universal stringe la presa sul mercato latino-americano

La major controllata da Vivendi si è aggiudicata un’altra fetta rilevante del mercato latino-americano (dopo la creazione, lo scorso anno, di una joint venture con il gruppo editoriale spagnolo Prisa, vedi news) acquistando a un’asta fallimentare il catalogo della RMM, una delle più celebri etichette del settore. I diritti dello Universal Music Group si estenderanno a un back catalog che contiene oltre 400 incisioni da parte di artisti di genere salsa, merengue e Latin Jazz come Tito Puente, India, Celia Cruz e Oscar D’Leon nonché alle prossime registrazioni effettuate dall’attuale roster in forze all’etichetta, comprendente nomi di successo nel mercato latino-americano come Kevin Ceballo, Manny Manuel, Cheo Feliciano e Quinones. In virtù della cessazione dell’attuale accordo di distribuzione con la Sony, alla Universal torneranno anche tutti gli album registrati in lingua spagnola dalla superstar latina Marc Anthony.
Music Biz Cafe, parla Stefano Lionetti (TicketOne)
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.