Filippo Broglia, dopo 15 anni, lascia Radio Italia Solo Musica Italiana

Divorzio storico al vertice di Radio & Video Italia Solo Musica Italiana: dopo 15 anni circa di collaborazione si è sciolto il sodalizio professionale tra il presidente dell’emittente Mario Volanti e il direttore generale Filippo Broglia.
Quest’ultimo (vedi news) ha rassegnato le dimissioni dal suo incarico nei giorni scorsi per assumere il ruolo di General Manager e Relationship Manager alla Caliel, agenzia di management, organizzazione concerti e promozione di eventi televisivi che opera anche nel campo della ricerca e produzione di nuovi talenti musicali. “A quasi 39 anni, ho ritenuto opportuno non rinunciare a una nuova, interessante opportunità professionale che mi veniva offerta”, ha spiegato a Rockol lo stesso Broglia, che all’emittenza radiofonica ha legato l’intera carriera professionale, iniziata a Pavia presso alcune emittenti locali e proseguita a Rete 89 (poi inglobata nella syndication di Radio Italia). “Ho fatto la mia scelta con estrema serenità, convinto che lo staff che abbiamo costruito in questi anni a Radio e Video Italia garantisca all’emittente una solidità professionale che la mette al riparo da sorprese”, aggiunge Broglia, annunciando obiettivi ambiziosi per la sua nuova attività: “La nostra speranza è di sviluppare una realtà professionale che in Italia non ha modelli di riferimento, e cioè un’azienda che si occupi di musica a 360 gradi. Stiamo già per pubblicare il singolo di debutto del nostro primo artista, un cantautore pop dance di nome Ivano Fizio il cui album uscirà ad ottobre.
A Radio e Video Italia, intanto, Volanti spiega di essere intenzionato a non sostituire il suo braccio destro. “Filippo è stato con noi per tanto tempo ma le sue dimissioni non modificano gli assetti strategici ed organizzativi di Radio e Video Italia”, conferma il presidente del gruppo. “Broglia era diventato un punto di riferimento e non avrebbe senso cercare un sostituto. Ma d’altra parte durante questi anni abbiamo messo a punto gruppi di lavoro e strutture (compresi i nuovi studi di produzione televisiva di Cologno Monzese) in grado di svolgere il lavoro nel modo più professionale, e che d’ora in poi riporteranno direttamente a me”. “Con tutte le innovazioni che abbiamo apportato negli ultimi anni”, conclude Volanti, “per noi si tratta ora di consolidare quanto abbiamo seminato. La radio è vicinissima ai 4 milioni di ascoltatori, e puntiamo a superare questo tetto entro l’anno. Quanto alla TV via satellite, il nostro primo obiettivo è di incrementare la penetrazione all’estero”.
Dall'archivio di Rockol - Music Biz Cafe, parla Paolo Salvaderi (Radio Mediaset)
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.