Sul canale streaming di Rockol il nuovo video in 3D di Matì

Dopo due anni dal suo primo disco torna Matì, giovane bresciana e fiore all’occhiello della Merak. La casa discografica di Enrico Ruggeri per la promozione del suo nuovo singolo “Il viaggio” ha deciso di puntare sulla tecnologia 3D.
Il videoclip, che sarà on line su Rockol sul canale streaming (http://streaming.rockol.it) a partire da domani 29 giugno, è uno dei primi clip italiani a giocare sul virtuale presentando la cantante in animazione tridimensionale mentre sogna ad occhi aperti un viaggio al di là del mare.
Il risultato è dato anche dall’accostamento di un testo così intenso e triste (la fuga degli emigrati che vedono dall’altra parte del mare la speranza di una vita migliore) ad immagini che, nonostante siano trattate tecnologicamente, risultano poetiche e ottimiste.
Rockol si è fatta raccontare la lavorazione dalla stessa Matì, dal regista Daniele Lunghini, già vincitore del premio come Miglior Videoclip Indipendente con “Le foto dello scandalo” (canzone del Complesso Residenziale) nell’edizione 2000 del MEI (vedi news) e da Diego Zuelli (22enne studente dell’accademia delle Belle Arti di Bologna che ha curato oltre all’animazione anche la modellazione) quali sono i segreti di questo video, presente anche sul CD come traccia multimediale.
“In realtà non abbiamo usato nessuna macchina supertecnologica” ci ha spiegato Lunghini, “ma semplici computer da ufficio leggermente potenziati. Niente di troppo sofisticato né costoso. Abbiamo accettato la sfida di essere tra i primi a produrre, nel nostro paese, un videoclip 3D: il problema più grande è stato creare Matì perché non volevamo fare il brutto effetto di fondali digitali e foto in primo piano e tenevamo ad inserirla e renderla più verosimile possibile con un livello di risoluzione buono”.
“Vedermi in versione virtuale fa un effetto pazzesco”, ha commentato a Rockol Matì “Non immaginavo che ci fosse un lavoro del genere dietro alla realizzazione di queste immagini computerizzate. Io ho prestato solo la mia faccia e il mio fisico, ma è stata riprodotta pure la grana della mia pelle...”.
“Per riprodurla” ha puntualizzato Zuelli, “siamo partiti da fotografie frontali e laterali e abbiamo ricostruito così il modello tridimensionale. Lo abbiamo lavorato poi con una tecnica che è molto simile a quella usata in scultura. La cosa più difficile è stata l’animazione di alcune parti del video, come quando Matì corre sulla spiaggia: in queste sequenze fa movimenti molto complessi e non volevamo renderli con mosse da robot”. E decisamente sono riusciti nell’intento, visto che il livello di grafica è molto simile a quello riscontrabile in alcuni videogiochi come Tomb Raider.
Seduta sulla spiaggia Matì sogna ad occhi aperti di attraversare il mare su galeoni volanti che la portano in una città fatta di grattacieli: “I disegni sono eseguiti” ha proseguito il regista, “sulla base di quelli che faccio io, con uno stile leonardesco. La nave che vola è uno degli elementi che preferisco perché anche nell’iconografia classica rappresenta il volo di fantasia: per questo ho voluto, quando ho pensato alla sceneggiatura, che fosse l’elemento portante della storia”.
A differenza di quanto si può pensare il tempo di produzione non è stato lunghissimo come ha detto Zuelli, che ben spera per il futuro: “Aiutati da qualche forza esterna, io e Daniele abbiamo impiegato poco meno di un mese a realizzarlo. Siamo lontani, anche come budget, dalle grandi produzioni di animazione. Nonostante questo è una via che si sta sempre più sperimentando nell’ambito dei videoclip e questo ci da molte speranze per il futuro, in particolare sul territorio nazionale”.
“Sono contenta del video perché il tema del viaggio di cui parla la canzone è facilmente visualizzabile, ma altrettanto facilmente banalizzabile. Hanno fatto un lavoro che lascia aperte più strade, senza togliere a chi lo vede la fantasia di interpretarlo”, commenta Matì. “E questa è solo la prima parte di una trilogia in video, a cui stiamo lavorando: ‘Il viaggio’ è la parte centrale e presto realizzeremo il prologo e l’epilogo”.
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.