Max Pezzali, '1 in +' sulla strada della tecnologia

Max Pezzali, '1 in +' sulla strada della tecnologia
Per lanciare il nuovo album “1 in +” (nei negozi dal 22 giugno), Max Pezzali ha messo in circolazione il singolo e il video di “Bella vera”, che sarà seguito da quello di “La lunga estate caldissima” a partire da domani, 21 giugno. I due videoclip in questione sono stati realizzati a Los Angeles dalla premiata ditta Manetti Bros. e hanno come protagonisti due dei principali miti di sempre: le automobili americane e le donne. “Oggi le donne costituiscono l’idea che più fa vendere qualsiasi prodotto – secondo Pezzali – e chi sa vendere meglio degli americani? Così ci è venuta l’idea di un concessionario texano che organizza un concorso di ragazze per vendere le sue automobili”. I due video sono entrambi visionabili sulla traccia interattiva presente nel cd, che permette all’ascoltatore di votare la migliore; il programma Playsurf 5 consente la "registrazione" delle pagine Internet e contiene le foto di Max e delle ragazze dei video, oltre ai testi delle canzoni. Playsurf 5, creato da Claudio Cecchetto insieme ad un team di programmatori, è un software che, abbinato a Microsoft Internet Explorer, consente di salvare una sequenza di pagine web e di archiviarle o inviarle.
Ma l’aspetto ipertecnologico di “1 in +” è riscontrabile anche nella nuova grafica del sito ufficiale www.883.com e nella produzione dell’album, affidata a Pier Paolo Peoni, Carlo U. Rossi e Alberto Tafuri. Una produzione raffinata e avanguardistica dal punto di vista delle ritmiche e delle sonorità, per un disco che punta a un target di ascoltatori di età più alta rispetto ai teenager, consueti seguaci degli 883.
Una produzione questa che vede la presenza di alcuni ospiti illustri: in “Punto e a capo” ascoltiamo infatti la tromba del jazzista Kenny Wheeler, mentre Jovanotti è coautore e rapper in “Cloro”. Ma ci sono anche Syria, J.Ax dei Sottotono, Alex Britti (in qualità di chitarrista), BJ Cole e il Solis String Quartet. “Si tratta di collaborazioni di colleghi che sono prima di tutto amici – spiega Max. Per esempio quella con J.Ax è nata una sera a cena, mentre quella con Lorenzo è partita da una sua idea di base che abbiamo poi sviluppato a casa sua. Alex Britti l’ho conosciuto come chitarrista e così gli ho chiesto di suonare la chitarra. Sono scambi nati da momenti prima di tutto umani!”
La spiegazione del titolo dell’album va poi ricercata nell’omonimo brano, come afferma il cantante: “'1 in +’ va inteso in riferimento alla canzone che dà il titolo all’intero disco, nella quale si parla del compleanno, inteso come momento in cui realizzi che un altro anno è passato. Dopo i trenta gli auguri non fanno più tanto piacere, ma un anno in più è comunque un pezzo in più della nostra vita e ci serve per fidarci un pochino più di noi stessi. C’è una visione disincantata delle cose, accompagnata però da un ottimismo di fondo”. E con 150.000 copie del cd già prenotate, chi non sarebbe ottimista?
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.