Madonna apre un pub a Londra

Madonna apre un pub a Londra
Continua la fascinazione di Madonna per tutto ciò che ha a che fare con la Gran Bretagna. Dopo aver pronunciato discorsi in favore della monarchia ed aver addirittura assunto un (vago) accento British, ora la cantante vorrebbe aprire un pub a Londra. O, meglio, un locale. A fronteggiarsi sono due voci, simili ma differenti: secondo la prima, la signora Ritchie vorrebbe tanto aprire un pub (ve la immaginate al bancone a spillare Guinness ed a dire “fanno due sterline e venti”?), secondo la seconda, l'artista sarebbe intenzionata a mettere in piedi uno scintillante locale serale nel centro di Londra. Insomma, c'è una bella differenza. I nomi ci sono: gli incaricati del progetto sarebbero David Collins, l'architetto che si è occupato di rifare i grandi magazzini “Claridges”, Ingrid Casares, proprietaria del “Liquid” di Miami, e Ben Pundole, 27enne richiestissimo barman che si fece le ossa all'ultratrendy “Met Bar” di Londra. Considerato il dispiego di forze, l'ipotesi del pub ci pare un po' debole.
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.