Un'etichetta per i re del pop svedese

Un'etichetta per i re del pop svedese
I nomi del produttore discografico Christian Wahlberg, dell’autore di canzoni Anders Bagge e del loro Murlyn Group possono dire poco o nulla al grande pubblico. Gli addetti ai lavori li apprezzano invece da oltre tre anni come due dei principali artefici della inesauribile sequenza di successi pop sfornati a getto continuo dalla Svezia. Prima fra tutti la major Universal, che alla coppia, responsabile di numerose hit per conto di artisti come Jennifer Lopez, 98 Degrees, Jessica Simpson e Samantha Mumba, ha offerto ponti d’oro e un contratto triennale per il lancio e la distribuzione a livello mondiale di un’etichetta, Murlyn Records, destinata a proiettare sulla scena mondiale la fama dell’omonimo team di produzione/società di edizioni musicali di base a Stoccolma.
Fonti accreditate riferiscono di una guerra all’ultimo sangue tra la major di casa Vivendi e le rivali per accaparrarsi i servigi del duo: per spuntarla, Universal avrebbe offerto un anticipo compreso tra i 15 e i 20 milioni di dollari esclusi costi fissi, spese di sviluppo artistico e di registrazione (che la stessa Universal si preoccuperebbe di coprire in toto). Il contratto prevede che la major distribuisca i prodotti marchiati Murlyn attraverso la Interscope negli Stati Uniti e la Polydor nel resto del mondo. In più, a differenza di quanto avviene regolarmente in occasione degli accordi di joint venture stipulati tra major discografiche e produttori indipendenti, a Wahlberg e Bagge verrebbe garantito il pieno controllo delle quote sociali della nuova etichetta. Un bell’atto di fiducia nelle capacità dei due, la cui agenda professionale è del resto già piena zeppa di nuovi impegni per conto di superstar come Celine Dion, Sheryl Crow, No Doubt, Jay-Z, Ricky Martin e Whitney Houston.
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.