Jammin’ Festival,
il trionfo del popolo del Blasco

Jammin’ Festival, il trionfo del popolo del Blasco
Due giorni, 16 gruppi, ma due soli protagonisti: Vasco Rossi e il suo pubblico. Si riassume così, in pochissime parole, il Jammin’ Festival, svoltosi all’Autodromo di Imola negli scorsi sabato e domenica, 16 e 17 giugno.
Rockol vi ha fornito la cronaca in diretta dei concerti (vedi news), ma riassumiamo qui per vostra comodità quello che è successo. Una fiumana di gente sabato: le cifre ufficiali dicono poco più di centomila; qualcuno ha improbabilmente sparato addirittura ducentomila; tutti comunque giunti ad Imola per il Vasco nazionale. Alcuni decisamente poco inclini all’attesa, tanto da inscenare cori di sfottò o addirittura un tiro al bersaglio fatto di oggetti vari, diretto verso i gruppi che hanno aperto la giornata (come se cacciare chi sta suonando potesse far arrivare prima Vasco…). Gli Stereophonics, forse abituati alle loro folle adoranti d’Inghilterra, si incavolano mollando a metà il set, accusando poi in conferenza stampa l’organizzazione di aver messo in piedi un cast sbilanciato verso l’headliner. L’organizzazione risponde che il cast era invece appropriato. Il resto della giornata scorre via tra alti (su tutti la performance ricca di hit e inediti della Morissette) e bassi. Poi il trionfo del Blasco e del suo popolo: due ore di rock e di apoteosi.
Domenica, la calma dopo la tempesta. Qualche coda polemica nella conferenza stampa dell’organizzazione, poi il resto della musica, di fronte ad un pubblico esiguo (i promoter dicono 25.000, ma la spianata quasi vuota dell’autodromo li fa sembrare molti meno), più composito e più etereogeneo, ma non meno appassionato. Un cast sicuramente più equilibrato, orientato verso il rock più puro nelle sue diverse forme: alternativo, metal, crossover, punk-pop. Spiccano i Queens of the stone age, gli Offspring fanno il loro dovere di headliner improvvisati dopo l'annunciata defezione dei Guns n' roses. Non colpiscono gli attesi Placebo. Questi ultimi sono gli unici a presentarsi in sala stampa, con il solito piglio da rockstar polemiche e bizzose, che già li portò alla ben nota scena sul palco di un altro Festival, ma ben diverso, quello di Sanremo.
Insomma, il Jammin' di quest'anno è stata una manifestazione dai forti contrasti, che ha messo in scena estremi opposti: la festa e l’intolleranza, il rock e il pop, la gioia di suonare e l’incavolatura di non poterlo (o volerlo) fare, la calma e le polemiche. Andando oltre la cronaca, le considerazioni possibili sono infinite e tra di loro contraddittorie, ognuna con le sue buone ragioni. Ma è stata proprio la cronaca ad imporsi, in questi due giorni: una sola storia, quella del ritorno di Vasco sulle scene. Pressoché tutto quello che è successo va spiegato in funzione di quest’unico evento. Quella dei Festival, invece, è un’altra storia. In Italia fa sempre più fatica ad essere pensata, raccontata ed ascoltata.

Se vuoi sapere tutto dei festival estivi, vai allo speciale di Rockol, all'indirizzo :
http://www.rockol.it/festival.
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
10 giu
Scopri tutte le date

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.