Jammin’ Festival, in attesa di Vasco tocca ai Marlene Kuntz e a Irene Grandi

Jammin’ Festival, in attesa di Vasco tocca ai Marlene Kuntz e a Irene Grandi
Dopo la performance a metà degli Stereophonics, torna sul palco del Jammin’ Festival il rock italiano. Poco prima delle 17 salgono i Marlene Kuntz. In poco meno di un’ora di concerto i quattro cuneesi sciorninano 8 pezzi con la consueta energia che contraddistingue i loro concerti. E’ un tipo di rock molto diverso da quello che si è visto finora e che, presumibilmente, si vedrà nel resto della giornata; ma Cristiano Godano, Riccardo Tesio, Dan Solo e Luca BerGia si fanno comunque apprezzare dal pubblico, soprattutto nelle esibizioni di “Sonica” e della conclusiva (e ironica, data la situazione) “Festa mesta”.

Mentre l’autodromo si riempie sempre più sale sul palco Irene Grandi, quasi a sottolineare la distanza che separa i diversi modi di fare rock in Italia. Verso le sei “Irek”, come la cantante toscana ha scelto di chiamarsi e di intitolare il suo recente “Best”, entra in scena facendosi notare subito per il look: taglio quasi punk (con frangia che scopre la rasatura dei capelli sul lato), maglia con la “A” cerchiata simbolo degli anarchici, minigonna e calze a rete. L’immagine rock/punk cerca conferma nella musica, movimenta e chitarristica: apertura con “Bum bum”, per proseguire con una carrellata di sucessi, l’ultimo singolo “Per fare l’amore” e una cover di “Piece of my heart” di Janis Joplin. Le scelte musicali, per la verità, non sempre convincono, ma il pubblico tributa alla cantante le maggiori ovazioni della giornata. Almeno fino al momento, in attesa di Vasco, che arriva nell’autodromo proprio mentre la Grandi sta finendo il suo set. Questa volta nessun elicottero, come quello usato nel 1998, ma una più semplice carovana di macchine.
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2022 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.