Waterboys, il blues (inedito)
del pescatore

Waterboys, il blues (inedito)del pescatore
Sono stati annunciati i dettagli di “Too close to heaven”, il nuovo-vecchio disco dei riformati Waterboys.
L’annunciato album, non è infatti il nuovo lavoro di studio della band di Mike Scott, ma una raccolta di inediti registrati nel 1986-1987 durante le sessioni del leggendario “Fisherman’s blues”, album poi pubblicato nel 1988 e che è considerato tuttora la pietra angolare del folk-rock celtico di quel periodo.
Il disco uscirà in Europa il 10 settembre prossimo per la RCA/BMG e conterrà 10 brani, per 58 minuti di musica. Il lavoro è stato missato da Mike Scott insieme a Tim Martin e include solo brani inediti e originali, tranne "A home in the meadow" (tratta dal film “How the west was won”) e il gospel "On my way to heaven", incise nella formazione con Steve Wickham al violino e Anthony Thistlethwaite al sax, insieme a Trevor Hutchinson, Roddy Lorimer, Jim Keltner, Kevin Wilkinson.
“Sono canzoni che nessuno ha mai sentito, canzoni che ho inciso in Irlanda in quel periodo, alla fine degli anni ’80, e che sono diverse dal suono folk-rock poi emerso sul disco”, aveva raccontato Scott a Rockol prima del concerto della band tenutosi a Milano lo scorso novembre. “Sto scrivendo canzoni e dopo la pubblicazione delle session inedite tornerò a fare un nuovo disco di studio con la band”.
Come già riportato da Rockol, Scott ha rispolverato il nome della sua storica band lo scorso anno dopo anni di carriera solista. Nella formazione è recentemente rientrato Steve Wickham e, nei concerti del tour che la band sta programmando per il prossimo autunno, sono probabili delle comparsate pure di Anthony Thistlethwaite.
Nel frattempo, il primo disco del rinato marchio Waterboys verrà pubblicato anche negli Stati Uniti il prossimo 21 agosto. Nella versione americana “A rock in the weary land”, uscito in Europa addirittura nel settembre 2000, avrà una tracklist diversa, comprendente anche gli inediti "Lucky day/bad advice" and "My Lord, what a morning". Un altro inedito della band, "Sleek white schooner", proveniente dalle sessioni dell’album “This is the sea” (1985), è stato invece recentemente pubblicato su “Green indians”, raccolta-tributo al batterista scomparso Kevin Wilkinson, che fece parte sia dei Waterboys che degli Squeeze.
Ecco la tracklist di “Too close to heaven”:
“On my way to heaven (don't you wanna go ?)”
“Higher in time”
“The ladder”
“Too close to heaven”
“Good man gone”
“Blues for your baby”
“Custer's blues”
“A home in the meadow”
“Tenderfootin'”
“Lonesome old wind”
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.