Black Keys al veleno: 'Il rock'n'roll sta morendo. Per colpa dei Nickelback'

Black Keys al veleno: 'Il rock'n'roll sta morendo. Per colpa dei Nickelback'

Non sono di certo loro i primi a lanciare l'allarme sullo stato di salute del rock'n'roll, che - più o meno - a sentire tutti quelli che l'hanno fatto, è praticamente in agonia da quando è nato. Di certo, però, i Black Keys hanno le idee molto chiare sul perché la musica che dagli anni Cinquanta è diventata la preferita dalle masse sia in fin di vita. La colpa, almeno a sentire Patrick Carney, è dei Nickelback. "Il rock sta morendo perché alla gente non fa né caldo né freddo l'idea che i Nickelback siano diventati la più grande band del mondo", ha confessato lui all'edizione statunitense di Rolling Stone: "E il fatto che la più grande rockband del mondo faccia cagare, di conseguenza, ha portato la gente a non provare nemmeno a diventare la più grande band del mondo. Il rock'n'roll è la musica che più mi piace, è la mia passione, e non posso vederla rovinata in questo modo. Con questa orribile merda post-grunge con la quale continuano ad ingozzarci come tacchini".

Contenuto non disponibile


Dal canto suo, Carney ha dato prova di grande understatement ammettendo di essere un pessimo batterista: "Faccio schifo come batterista. Cerco solo di tenere insieme le cose. Andate su Twitter a leggere quanti commenti ci sono a proposito del mio drumming, di quanto sia povero, di quanto manchi di stile, e di quanto sia brutto io e faccia ridere dietro alle pelli... Beh, vi assicuro che sono d'accordo con quasi tutti".
I Black Keys presenteranno dal vivo al pubblico italiano il loro ultimo album, "El camino", il prossimo 30 gennaio all'Alcatraz di Milano.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.