La comunità induista amareggiata per il divorzio di Katy Perry

La comunità induista amareggiata per il divorzio di Katy Perry

Perché certi personaggi celebri, sebbene non indiani e non induisti, scelgono di sposarsi secondo i dettami religiosi dell'induismo? Elizabeth Hurley detta Liz si è sposata nel 2007 a Jodhpur secondo il precetto dell'induismo (tradizionalmente denominato Sanātanadharma), Angelina Jolie pure (con Brad Pitt), più recentemente Katy Perry ha detto "sì" a Russell Brand. Moda? Probabilmente sì, anche se occorrerebbe quantomeno aderire a certi principi di questa religione che prevede l'accettazione rispettosa dei Veda. Tuttavia Hurley e Perry hanno già concluso le loro esperienze matrimoniali, e ciò è bizzarro, fa notare Rorrkychand Singh di "International Business Times", perché il matrimonio per l'induismo (o hindūismo) è istituzione sacra. A esprimere amarezza per la separazione della cantante USA con lo showman britannico è Rajan Zed, presidente della Universal Society of Hinduism; il religioso ha lasciato intendere che, essendosi la coppia sposata seguendo i rituali induisti, avrebbe perlomeno potuto prendere il legame con maggiore serietà in quanto le nozze per la cultura induista sono samaskar (un sacramento). "Se le coppie di Hollywood o altre celebrità optano per un matrimonio Hindu, devono essere pronte ad attenersi all'impegno, alla responsabilità, alla dedizione e alla moralità che vi sono associati", ha affermato Zed. "Se la comunità Hindu ha uno dei tassi di divorzio più bassi del mondo, una ragione ci sarà".





Contenuto non disponibile







Lo scorso 1° gennaio Brand è stato intercettato da un tabloid mentre usciva dal Savoy di Londra, hotel riaperto nell'ottobre 2010 dopo una ristrutturazione costata la cifra record di 260 milioni di euro; "sto bene", ha detto Russell, che poi ha sarcasticamente aggiunto
"va tutto perfettamente bene".

 

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.