Cranberries, finalmente la verità sulle ragioni del ritiro prima del nuovo album

Cranberries, finalmente la verità sulle ragioni del ritiro prima del nuovo album
I Cranberries, come si sa, si preparano a lanciare il loro nuovo "Bury the hatchet", primo album dai tempi del contestato "To the faithful departed" del 1996. Considerando la loro totale astensione dalle interviste, durata per due anni, su di loro era fiorita ogni sorta d'ipotesi. Ora il gruppo irlandese, con 28 milioni di copie di album vendute alle spalle (pare che la cantante, Dolores O'Riordan, abbia un conto in banca con l'equivalente di circa 85 miliardi di lire), ha finalmente chiarito i retroscena sviluppatisi dopo l'uscita di quell'album. Dal loro quartier generale, nella campagna irlandese tra Limerick e Cork, il batterista Feargal Lawler ha dichiarato che le cose avevano iniziato a girar male proprio durante "To the faithful departed": quattro anni di fila di lavoro ininterrotto avevano infatti fatto strippare la band.
Dolores O'Riordan, negando la sua presunta anoressia di quel periodo (ipotesi avanzata dai tabloids britannici), ha detto che aveva "semplicemente smesso di mangiare, basandomi su una dieta composta da sigarette e caffé". Il tutto, comunque, aveva effettivamente portato il gruppo originariamente denominato The Cranberries Saw Us ad una sorta di strana animazione sospesa. O, se preferite, di quasi scioglimento. Ma, dopo sei mesi di totale inattività, i membri iniziarono a ritelefonarsi e venne presa la decisione di tornare al lavoro. La band, inizialmente refrattaria ad un nuovo tour, ha ultimamente invece dato l'OK ad una breve serie di concerti. Breve, perché Dolores vuole presto tornare ad accudire suo figlio Taylor Baxter, un bimbo di 14 mesi. L'unico concerto che il gruppo terrà in Italia si svolgerà il 20 aprile all'Alcatraz di Milano.
Dall'archivio di Rockol - raccontano Dolores e "In the end", l'album postumo
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.