USA, la nuova amministrazione tiene sotto pressione l'industria musicale

La Federal Trade Commission, la massima autorità statunitense in materia di commercio, non intende mollare la presa sull’industria musicale e dell’intrattenimento, sotto stretta osservazione da parecchi mesi per la presunta diffusione tra gli adolescenti di materiale destinato ad un pubblico adulto. Tim Muris, nuovo direttore della commissione governativa nominato dal presidente George W. Bush, ha ribadito nei giorni scorsi al Senato americano la sua ferma intenzione di portare avanti l’indagine ereditata dai suoi predecessori e che ha per oggetto le pratiche di marketing adottate dalle case discografiche, dai produttori cinematografici e dai costruttori di videogames: secondo un rapporto della FTC reso noto nell’autunno scorso (vedi news), l’industria dell’entertainment americana avrebbe infranto le norme di legge che tutelano i minori, promuovendo regolarmente materiale destinato agli adulti presso il pubblico dei teenager.
Dall'archivio di Rockol - I talk show di Rockol per la Milano Music Week: “Il ticketing”
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.