Ting Tings: al macero il secondo album, ne arriva un altro

Nello scorso gennaio i Ting Tings, il duo indie-pop britannico composto da Jules De Martino e Katie White, e specialmente conosciuto per il singolo "That's not my name" che nel maggio 2008 è arrivato al primo posto della classifica del Regno Unito, comunicarono d'aver deciso il titolo del loro secondo album. Il disco dei due, trasferitisi a Berlino in cerca d'ispirazione, si sarebbe chiamato "Kunst". Tutto ciò, come detto, però ormai quasi un anno fa. Poi il silenzio. Ma cosa è successo? I musicisti hanno riferito a Press Association che "Kunst" è stato, di fatto, mandato al macero all'ultimo minuto. "In testa ci ha cliccato qualcosa", ha detto Katie. "Non siamo il solito gruppo pop preconfezionato che deve per forza far uscire un album ogni due anni per rimanere sotto ai riflettori. Penso che la gente preferisca che noi facciamo un album del quale siamo veramente soddisfatti, quindi abbiamo detto 'stop!'". Dopo aver comunicato alla loro etichetta, la Columbia, che "Kunst" non sarebbe stato consegnato, i Ting Tings hanno abbandonato Berlino e si sono diretti in Spagna. Qui hanno approntato quello che






Contenuto non disponibile








sarà il loro secondo album al posto di "Kunst". Il disco è stato battezzato "Sounds from Nowheresville" e sarà pubblicato nel prossimo febbraio. Ha detto ancora Katie: "Quando abbiamo fatto vedere all'etichetta che non stavamo oziando, che eravamo andati in Spagna per lavorare veramente, e dopo aver loro mostrato un video con delle nuove canzoni, la label ha compreso che avevamo fatto la cosa giusta". Il primo estratto da "Sounds from Nowheresville" è pronto. Il singolo è stato intitolato "Hang it up" e sarà nei negozi, inizialmente solo digitali, già da domenica 11 dicembre.
 

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.