I concerti principali del Montreux Jazz Festival

I concerti principali del Montreux Jazz Festival
Programma di grido, come sempre, per il Montreux Jazz Festival targato 2001, che occuperà le 3 settimane comprese fra il 6 e il 22 luglio. Come da qualche anno, il festival non è più appannaggio esclusivo di musicisti e appassionati di jazz, ma ha assunto una connotazione sempre più varia, proponendo (anche nella stessa serata) concerti di tutti i generi: dal rock, al jazz, al blues e oltre.
Per quanto riguarda il jazz, l'evento è riservato alla serata di chiusura con l'esibizione di Keith Jarrett in trio con Gary Peacock e Jack De Johnette. Ma anche il resto del programma è interamente costituito da "mostri sacri": Ray Brown, che celebrerà il suo settantacinquesimo compleanno il 12 luglio; Herbie Hancock e Marcus Miller (15 luglio); le tre voci di George Duke, Rachelle Ferrell e Dianne Reeves (il 16); Chick Corea, Bobby McFerrin e Wayne Shorter (il 17); John McLaughlin (il 18).
Sul fronte del rock le ostilità partono con Jerry Lee Lewis e Robert Plant (il 7 luglio), per proseguire con: Bob Dylan (l'8), Beck (il 9), i Black Crowes con Neil Young & Crazy Horse (il 10), Patti Smith (il 17), P.J. Harvey (il 18), i Living Colour (il 20) e Sting, supportato da Jeff Beck (il 21).
Ma ci sarà anche molta altra carne al fuoco. Il blues di Gary Moore (6 luglio) e B.B. King (l'11); la canzone d'autore brasiliana di Joao Gilberto (il 12), Maria Bethania, Milton Nascimento e Gilberto Gil (il 13) e Jorge Ben Jor (il 14); la salsa di Celia Cruz (il 19); il flamenco di Paco De Lucia (il 12), il funky di Isaac Hayes (il 19), il reggae di Burning Spear (il 6) e il rap di Run DMC e dell'ex-Fugees Wyclef Jean (il 20)
In totale oltre 100 concerti in 3 settimane. Niente male!
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.