Amazon smentisce: nessuna intenzione di aprire punti vendita tradizionali

Il diniego ufficiale arriva da uno degli uomini di vertice della società di Seattle, il vicepresidente per le operazioni internazionali Diego Piacentini, che martedì 1° maggio, nel corso di una conferenza con gli investitori, ha negato recisamente la possibilità che Amazon possa espandersi, almeno per il momento, nel settore del dettaglio tradizionale. L’ipotesi era stata avanzata da diversi osservatori, che l’avevano motivata con la necessità, per la società di Seattle, di incrementare le vendite e gestire in modo più efficace i resi dell’invenduto. Ma Piacentini, secondo un’agenzia diffusa dalla Reuters, ha spiegato ai suoi interlocutori che la società non si sente per il momento di poter recare alcun valore aggiunto al commercio tradizionale di dischi, libri e prodotti per l’intrattenimento. “Non siamo capaci di fare quel tipo di lavoro sul mercato off-line”, ha detto il dirigente di Amazon, “e non aggiungeremmo nulla di nuovo a quanto oggi fanno Costco, Wal-Mart o Barnes & Noble”. Anziché impegnare denaro nell’acquisizione di proprietà immobiliari e nell’apertura di punti vendita sul territorio, ha aggiunto Piacentini, la società continuerà ad investire in tecnologia. Richiesto di un aggiornamento sugli obiettivi annunciati dal fondatore di Amazon Jeff Bezos, secondo cui la società comincerà a produrre i suoi primi profitti, dopo sei anni di attività, entro la chiusura dell’anno fiscale (vedi news), lo stesso Piacentini ha ammesso che il traguardo non è ancora stato raggiunto, e “che ci sarà da lavorare parecchio per conseguirlo”.
Music Biz Cafe Summer: piattaforme Web e diritti
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.