Donna svedese denuncia la famiglia di Elvis Presley per 130 milioni

Donna svedese denuncia la famiglia di Elvis Presley per 130 milioni

Una donna svedese che da oltre vent'anni afferma d'essere "la vera figlia di Elvis", e che Lisa Marie Presley le ha rubato l'identità, ha
denunciato la famiglia di Elvis Presley chiedendo la cifra di 130 milioni di dollari per danni derivanti da "diffamazione e stress emotivo".

Si tratta di Lisa Johansen, della quale si era parlato nel 1998 dopo che la donna aveva pubblicato il libro "I, Lisa Marie: the true story of Elvis Presley's real daughter". La Johansen aveva fornito alcune "prove" apparenti, ma la storia si era velocemente afflosciata, cadendo quasi completamente nel dimenticatoio, quando la donna si rifiutò di sottoporsi al test del DNA. Nel 2000 la casa editrice del libro, che aveva dato alla donna un assegno da 200.000 dollari come anticipo, avviò contro di lei una causa da 50 milioni di dollari per aver danneggiato le vendite del volume. Lisa Johansem però non demorde. Dopo una decina d'anni senza troppi clamori, recentemente la "vera figlia di Elvis" ha chiesto alle autorità britanniche di investigare il possibile furto di identità e successivamente si è presentata davanti a Graceland, la villa che appartenne al King,.





Contenuto non disponibile








mettendosi a chiacchierare con lo staff. Quest'ultima iniziativa aveva provocato la reazione dei legali della famiglia Presley, che avevano contattato l'avvocato della Johansen avvertendo che altre simili iniziative della donna avrebbero provocato una querela. Così la donna, probabilmente stizzita, si è rivolta ad un tribunale del Tennessee denunciando la famiglia del cantante con l'esorbitante richiesta finanziaria. Elvis Aaron Presley, che era nato a Tupelo l'8 gennaio 1935, morì a Memphis il 16 agosto 1977.
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2022 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.