Accordo fatto per Stream e Telepiù

La notizia è stata confermata da Jean-Marie Messier, numero uno di Vivendi Universal, alla stampa francese, e in seguito ripresa dagli organi di informazione internazionali: la pay-TV italiana di proprietà del gruppo, Telepiù, si fonderà con Stream, controllata dal “tycoon” australiano Rupert Murdoch e (in parte minore) da Telecom Italia.

Dettata dalla necessità di contrastare i bilanci in perdita di entrambe le imprese (220 milioni di euro per Telepiù, 400 milioni di euro per Stream solo nell’anno 2000), l’operazione porterà alla creazione di una nuova compagine che manterrà la ragione sociale di Telepiù, controllata per due terzi da Canal Plus (gruppo Vivendi Universal) e per un terzo dalla holding di Murdoch, News Corp; quest’ultima manterrà tuttavia un’opzione per incrementare la sua quota al 50 % nell’arco dei prossimi tre anni. L’affare resta condizionato all’approvazione delle autorità antitrust italiane ed europee, dato che il risultato sarebbe la sopravvivenza di un solo canale satellitare a pagamento sul suolo nazionale. L’utenza di Telepiù è calcolata in circa 2,6 milioni di abbonati (mentre sono stimati in circa un milione coloro che si collegano alla sua rete per mezzo di decoder copiati); quella di Stream è valutata in poco più della metà; entrambe le emittenti propongono canali tematici musicali: nel "bouquet" di Telepiù rientrano anche Match Music e MTV. .

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.