Adrian Berwick e Pippo Landro entrano nel direttivo FIMI

L’ingresso dei due nuovi consiglieri è stato deliberato dal direttivo FIMI nella giornata di giovedì 19 aprile. Berwick, 42 anni, managing director BMG Gruppo Discografico, sostituisce nel comitato il presidente BMG Ricordi Franco Reali, dimissionario dall’azienda dal prossimo mese di luglio; l’ingresso di Landro, 50 anni, presidente dell’etichetta indipendente New Music, fa seguito alle dimissioni di Diego Leoni, direttore generale della Media Records (l’etichetta bresciana è in procinto di lasciare l’associazione).
Insieme ai due nuovi componenti, fanno parte del direttivo FIMI il presidente Alberto Pojaghi, i vicepresidenti Paolo Franchini (Edel Italia) e Mario Limongelli (N.A.R.) e i consiglieri Franco Cabrini (Sony), Riccardo Clary (EMI-Virgin), Massimo Giuliano (Warner), Piero La Falce (Universal), Dario Raimondi (Energy), Filippo Sugar (Insieme) e Toni Verona (Ala Bianca).
Dall'archivio di Rockol - La dura vita della star: quando chi sta sul palco diventa un bersaglio
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.