Italia, primi nove mesi del 2011: il digitale vale il 23 % del fatturato

I primi nove mesi del 2011 confermano una significativa tendenza alla crescita per la musica digitale in Italia. I dati raccolti da Deloitte per conto della FIMI registrano infatti un incremento del 17 per cento rispetto allo stesso periodo del'anno precedente: il fatturato del periodo, quasi 19 milioni di euro, rappresenta una quota di mercato del 23 per cento rispetto al giro d'affari totale dell'industria, così come calcolato dalla principale associazione dei discografici. Crescono contemporaneamente anche i ricavi pubblicitari generati dalla piattaforma di video-sharing di YouTube, aumentati del 39 per cento.

A dispetto della posizione tuttora arretrata nella graduatoria dei mercati discografici digitalmente più sviluppati (l'Italia occupa appena il sedicesimo posto, mentre è ottava per quanto riguarda il mercato tradizionale dei supporti fisici) e della "mancanza di un'agenda digitale seria e di lungo periodo", i segnali, secondo la FIMI, "sono forti ed incoraggianti. Le vendite digitali, che inizialmente riguardavano solo la top ten della classifica ufficiale, si sono spostate verso gli album ed hanno coinvolto anche il catalogo, non solo le new hit". Per questo motivo la federazione dei discografici, in collaborazione con GfK, ha inglobato recentemente nelle classifiche degli album più venduti sia i download digitali che i supporti fisici.

Dall'archivio di Rockol - Album italiani: le copertine più belle di sempre
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.