Warner Music, smantellato il top management europeo

La riorganizzazione di Warner Music Group messa in atto da Lyor Cohen, neopresidente e ceo della divisione Recorded Music a livello mondiale, dopo il passaggio di proprietà alla Access Industries di Len Blavatnik comporta l'eliminazione della struttura di management esistente a livello europeo e la conseguente uscita di scena di John Reid (ceo di Warner Music Europe e dell'International Marketing) e di altri tre dirigenti. Le funzioni svolte dal team appena smantellato verranno redistribuite tra il resto dello staff: Cohen stesso sovrintenderà (oltre al Nord America) i tre mercati principali del Vecchio Continente, Francia, Germania e Regno Unito, il responsabile dell'area sudamericana Iñigo Zabala si occuperà anche della Spagna, Lachie Rutherford continuerà a presiedere le operazioni nella regione dell'Asia Pacific mentre Stu Bergen, che coordina le azioni di marketing e il sistema di priorità a livello internazionali, vedrà allargarsi le sue responsabilità al resto del mondo.

Oltre a tagliare un livello gerarchico (con gli evidenti risparmi di costi che ne conseguono), la nuova struttura "appiattita" di Warner promette di attribuire maggiore autonomia ad alcune filiali locali. Le aree principali della casa discografica saranno tuttavia gestite da team globali affidati alla responsabilità di Matt Signore (finanza, con Matt Flott responsabile della divisione al di fuori del Nord America), di Steven Bryan (sviluppo del business digitale) di Mike Jbara (distribuzione, merchandising, accounting e vendite direct-to-consumer), di Kevin Gore (gestione del catalogo e delle sincronizzazioni) e di David Marcus (contratti a 360 gradi).

Dall'archivio di Rockol - Gli album essenziali del rock italiano anni Novanta
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.