Musica in radio, discografici ed emittenti firmano un accordo triennale

Dopo avere regolarizzato un’annosa vertenza, nell'ottobre scorso, per quanto riguardava il pagamento dei diritti pregressi (vedi news), la società di collecting dell’industria discografica SCF (Società Consortile Fonografici) e la Federazione Radio Televisioni (FRT) hanno annunciato oggi, martedì 10 aprile, di avere siglato un contratto quadro triennale per il rinnovo dei diritti di radiodiffusione della musica registrata.

L’accordo, che impegna circa 200 emittenti locali rappresentate dalla FRT, ha per oggetto le remunerazioni economiche spettanti alle case discografiche in relazione all’utilizzo radiofonico dei brani musicali di loro proprietà e copre anche il cosiddetto Simulcasting, ovvero la ripetizione simultanea e non alterata dei programmi radiofonici su Internet. Il Webcasting vero e proprio, e cioè la diffusione on-line di programmi realizzati specificamente la distribuzione in rete, non è ancora disciplinato da alcun contratto generale riguardante l’industria discografica. .

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.