In arrivo un saggio sulla ‘ecstasy generation’

Da incubo dei genitori a fenomeno mediatico / sociale, la questione ed il rapporto tra musica, ecstasy e giovani verrà sviscerato, discusso e soprattutto spiegato nel saggio di prossima pubblicazione (per la casa editrice Arcana) intitolato “Generazione ballo / sballo”: il volume si proporrà come uno dei primi studi approfonditi e documentati sui riti e sui costumi dei frequentatori di rave e discoteche. L’autore dell’opera, poi, può dirsi un’autorità in materia: il saggio è stato firmato dal caporedattore del mensile Spin e collaboratore del New York Times Simon Reynolds, uno dei più apprezzati critici musicali al mondo. “Generazione ballo / sballo” offrirà poi una prospettiva storica dell’utilizzo dell’ecstasy, dalla nascita sino alla messa al bando, negli anni settanta, negli Stati Uniti. (Fonte: Il Messaggero)
Music Biz Cafe, parla Roberto Razzini (Warner Chappell Music Italia)
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.