A giugno il 'Tora! Tora! Festival',
il 'Lollapalooza' italiano

A giugno il 'Tora! Tora! Festival', il 'Lollapalooza' italiano
Evoca il titolo di un celebre film bellico statunitense ma anche l'immaginario geografico-culturale giapponese caro a molti teenager d'Occidente il marchio ufficiale del live show itinerante concepito come risposta italiana al Lollapalooza americano, e di cui Rockol aveva già dato anticipazione nelle scorse settimane (vedi news). Dell’evento, nato da un’idea di alcuni musicisti tra cui Manuel Agnelli degli Afterhours e organizzato dalla Mescal di Valerio Soave, si conosce già anche il calendario definitivo: il festival partirà il 10 giugno dal porto di Rimini, toccherà poi l’Arenile di Bagnoli (Napoli, il 23 giugno) e lo stadio di Padova (il 14 luglio) per concludersi, il 19 luglio, presso il Parco della Certosa di Collegno, in prossimità di Torino. Ad ogni appuntamento dovrebbero prendere parte da sei a otto gruppi: il cartellone definitivo (e differente per ciascuna delle quattro date) si conoscerà solo la settimana prossima, ma è certa la presenza dei maggiori artisti legati alla scuderia Mescal, dai Bluvertigo ai Subsonica, dagli Africa Unite ai Modena City Ramblers, dai Massimo Volume agli Afterhours, mentre è probabile (ma ancora da confermare) la partecipazione di altri nomi di spicco della scena rock nazionale come 99 Posse, Almamegretta e Marlene Kuntz.
Ampia, secondo quanto Soave ha anticipato a Rockol, la copertura mediatica della manifestazione, che sarà seguito in diretta dalle antenne di Radiorai, mentre MTV, presente con una troupe a tutte le esibizioni, confezionerà uno special sull'evento e il mensile Tutto (gruppo Mondadori) includerà nel suo numero di giugno un sostanzioso allegato interamente dedicato alla rassegna. A corredo del festival è in programma anche una doppia compilation a prezzo speciale, che la stessa Mescal pubblicherà a metà giugno assemblando incisioni edite e di studio degli artisti protagonisti dello spettacolo. Mistero, per il momento, sugli sponsor della manifestazione, destinati a contribuire alla copertura di spese vive che dovrebbero aggirarsi tra i 130 e i 160 milioni a data e a consentire il contenimento del biglietto d’ingresso non oltre le 15.000 lire.
“L’idea del Tora! Tora! Festival è nata un paio d’anni fa, in un momento in cui gruppi come Subsonica, Bluvertigo e 99 Posse riscuotevano dal vivo un successo molto maggiore di quanto non accadesse sul mercato discografico”, racconta Soave, spiegando il senso dell’iniziativa. “Oggi per fortuna le cose stanno cambiando, ma ci sembrava comunque doveroso allestire uno show che richiamasse l’attenzione dei grandi media, spesso distratti da altri eventi, sulle nuove realtà della musica italiana”. “Anche se contiamo di toccare diverse fasce di pubblico e di raccogliere 60-70.000 presenze nell’arco delle quattro date”, conclude Soave, “viviamo questa prima edizione come un test di prova. La nostra speranza è di tenere a battesimo un evento destinato a ripetersi negli anni”.
Dall'archivio di Rockol - Manuel Agnelli racconta il cast di "Open future, together!"
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.