USA, Artists Against Piracy divorzia dall'associazione dei discografici

L’organizzazione, che tutela i diritti degli artisti contro la pirateria e che proprio nei discografici della RIAA aveva i suoi principali finanziatori, ha deciso di recidere ogni legame con quest’ultima adducendo a motivazione della sua scelta il possibile insorgere di conflitti di interesse. “Il compito di Artists Against Piracy è di proteggere i diritti degli artisti nell’ambito della musica digitale, e alcuni di questi sono in contrasto con gli interessi dell’industria discografica”, ha spiegato il direttore esecutivo dell’associazione Noah Stone, sottolineando che molti accordi di licenza sottoscritti dalle etichette con Webcaster e distributori di musica on-line non prevedono regole chiare per quanto riguarda la remunerazione degli artisti interessati. La separazione tra RIAA e Artists Against Piracy (tra i cui sostenitori figurano artisti come Alanis Morissette, Christina Aguilera, Dwight Yoakam, Barenaked Ladies e molti altri) rientra nel contesto di un rapporto artisti-case discografiche che soprattutto negli Stati Uniti si sta facendo sempre più teso, in merito a questioni che riguardano i diritti di proprietà sui master, le royalty, il trattamento pensionistico-previdenziale e in generale le condizioni standard dei contratti di registrazione fonografica: temi, questi ultimi, che hanno visto recentemente in prima linea Courtney Love (vedi news) e altri personaggi di spicco del mondo rock americano.
Dall'archivio di Rockol - Quando la rockstar mostra il medio
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.