In due versioni il nuovo singolo dei Cure: meglio ‘rock’ o ‘pop’?

In due versioni il nuovo singolo dei Cure: meglio ‘rock’ o ‘pop’?

Ascoltando il nuovo singolo dei Cure, "Wrong number", si stenta ad immaginare che un pezzo così rock contenesse invece nella sua versione originale dei coretti femminili e dei fiati.

Eppure la prima versione del brano, registrata da Robert Smith con Adrian Sherwood, aveva dato vita ad un suono molto meno rock (ricordiamo che Sherwood ha lavorato con Primal Scream, Ministry, Revolutionary Dub Warriors, Lee "Scratch" Perry e Dub Syndicate). La versione rock del brano, invece, ha subito un trattamento radicale grazie a Reeves Gabrels (chitarrista della band di David Bowie) e alla produzione di Mark Plati (che ha prodotto l’album di Bowie "Earthling"). La versione originale del brano è contenuta nella release europea del singolo, che contiene anche la versione americana (quella ‘rock’) così come remix a cura di Sussex, England’s Trasparent Sound, Omid Nourizadeh, oltre che dello stesso Smith. "La versione di ‘Wrong number’ che ho realizzato con Mark Plati doveva essere un remix", ha detto Smith. "La versione di Adrian Sherwood era prevista come lato A, ma quella fatta con Mark e Reeves mi sembrava migliore.mi fa pensare a "Never enough". Sarebbe stato un brano totalmente diverso se non ci fosse stato Reeves Gabrels, che ha suonato proprio nel modo in cui mi sarebbe piaciuto se lui fosse stato parte dei Cure". I due si erano conosciuti al concerto losangelino che festeggiava i 50 anni di David Bowie e, dopo aver bevuto qualche birra insieme, hanno ben pensato di unire i propri talenti in qualcosa di più produttivo.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.