NEWS   |   Industria / 27/10/2011

Dall'indie rock alla musica open source: nasce CASH Music

Dall'indie rock alla musica open source: nasce CASH Music

Maggie Vail, da diciassette anni anima dell'etichetta indipendente statunitense Kill Rock Stars (dove si occupava di A&R, di marketing e di dirigere le operazioni sul fronte della Wes Coast), ha lasciato il suo impiego per lanciarsi in una nuova iniziativa: CASH Music, un ente non profit che si propone di sviluppare strumenti digitali open source e di metterli a disposizione di artisti ed etichette. "Quel che Wordpress ha fatto per i blogger noi lo stiamo facendo per i musicisti", ha spiegato a Billboard.biz. "E' un lavoro eccitante, e ora che Mozilla ci ha preso sotto la sua ala il nostro futuro appare decisamente solido". Il primo prodotto a cui CASH Music sta lavorando è una piattaforma che permetterà agli artisti di gestire gratuitamente, sul proprio sito, musica in download e in streaming, social feeds e altri contenuti. Al programma hanno già aderito artisti come Calexico (nella foto),  Frames, Kristin Hersh, Marketa Irglova, Iron and Wine, Amanda Palmer, Swell Season, Throwing Muses e Urge Overkill, ed etichette come Domino, Fat Cat e la stessa Kill Rock Stars.

Le mansioni che la Vail svolgeva presso la Kill Rock Stars sono state affidate a Portia Sabin; durante la sua lunga permanenza presso l'etichetta ha lavorato con artisti come Decemberists, Sleater-Kinney e Bikini Kill: in quest'ultima, celebre formazione punk di Olympia (Washington), suonava come batterista sua sorella Tobi, poi impiegata alla KRS ma costretta lei pure ad abbandonare l'azienda in conseguenza di una riduzione di organico decisa dalla proprietà.

Scheda artista Tour&Concerti
Testi