Stone Roses, voci: la reunion solo 'per i costi del divorzio del cantante'

Stone Roses, voci: la reunion solo 'per i costi del divorzio del cantante'

Spunta una ipotesi alquanto maliziosa sulla reunion degli Stone Roses. Nel corso degli anni tutti i membri della band britannica avevano sempre giurato che non sarebbero tornati assieme. Si ricorda ad esempio quando, nel marzo 2009 e dopo un paio di giorni di voci incontrollate su una possibile reunion, John Squire mise quella che sembrava la pietra tombale sulle indiscrezioni.

Intervistato da Gavin Esler alla BBC, il musicista fu perentorio. "C'è qualche possibilità che gli Stone Roses tornino insieme?", gli chiese il giornalista. "Nessuna", rispose Squire. "Proprio nessuna?". Il chitarrista e apprezzato pittore: "Esatto. Voglio vivere la mia vita, non cercare di rimasticarla". Esler: "Quindi sarà proprio così?". Squire: "Sì. Sono venuto qui da te in studio proprio per dire questa cosa". Più tardi, nel corso della trasmissione, Squire aggiunse di non aver più scambiato parola con l'ex frontman .Ian Brown dal 1996, anno in cui gli Stone Roses implosero. Poi, qualche giorno fa, improvvisamente baci e abbracci con la band di nuovo insieme come se non fosse successo nulla. Il quotidiano "The Independent" ha nasato qualcosa di strano e si è messo a fare qualche domanda negli ambienti giusti. Finché ha scovato Shaun Ryder, veterano della scena Madchester, che ridendo ha detto: "E' incredibile cosa un divorzio possa spingerti a farti fare". Dunque la reunion dei Roses è stata messa in piedi solo per i costi del divorzio del cantante? Rob Hastings dell'Independent ha telefonato a Brown, il quale prima di riattaccare ha sibillinamente asserito: "Qualsiasi commento di Shaun Ryder a me va bene. C'è sempre della verità in quello che dice Shaun Ryder". Il quotidiano, molto correttamente e per non lasciare la sensazione che il ritorno dei Roses sia da attribuire al solo aspetto economico, controbilancia quanto da esso stesso suggerito riportando che tutto si è messo nuovamente in moto quando John SQuire e Ian Brown si sono incontrati per puro caso. "Non mi veniva neanche in mente di poter riprendere", ha detto Squire. "Ma quando io e Ian ci siamo incontrati per caso, allora è cambiato tutto.





Contenuto non disponibile







E' stato surreale, abbiamo riso e pianto parlando dei vecchi tempi, abbiamo scritto canzoni in un attimo, è un'amicizia che aveva bisogno d'essere aggiustata.

Due telefonate dopo, la band non era più morta". In Italia l'impatto degli Stone Roses è stato minimo, tanto per non dire quasi nullo. Ma in Gran Bretagna il loro primo album, del 1989, fu un'emozione molto forte nel panorama musicale di quell'anno. Sebbene con un posizionamento solo relativamente brillante, un numero 9 nel marzo di quell'anno, il disco interpretò perfettamente il momento; e la musica del gruppo di Manchester, un indie che si poteva anche ballare, divenne la colonna sonora della fine degli anni Ottanta. I Roses arrivarono al punto più alto della loro carriera nel maggio 1990, con il concerto di Spike Island, il trionfo della generazione baggy. .


 
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.