Disastro all'asta benefica, scomparse le mutande tigrate di Pocho

L'importante asta londinese prevista per la mattina del 28 marzo è stata colpita da un potenziale disastro: sono sparite le mutande tigrate di Paola Ceretti, quelle da lei utilizzate con orgoglio per il video di "Kiss my ass". Ora all'asta, che peraltro è organizzata da una delle due più celebri Case britanniche, Sotheby's, viene a mancare uno dei pezzi forti. Si dice che le mutande avrebbero potuto raggiungere i 30 milioni di lire: il tutto, però, per fini benefici, visto che Pocho aveva deciso di vendere alcuni suoi oggetti personali per aiutare i poveri della sua città natale, in occasione del suo 64° compleanno, che cade oggi. L'indumento è forse sparito in viaggio, visto che Paola se lo era portato in valigia fino al suo buen ritiro di Be. Pare che la cantante ricompenserà adeguatamente chi le riporterà le sue mutande, pulite o sporche che siano.
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.