Kash, un gruppo italiano alla corte di Steve Albini

Kash, un gruppo italiano alla corte di Steve Albini
Arrivano da Manta, provincia di Cuneo, ma il loro disco sono finiti ad inciderlo a Chicago, Stati Uniti, con Steve Albini.
Con l’ex-Big Black e ingegnere del suono di Nirvana e PJ Harvey, uno dei nomi più importanti del rock underground americano, i Kash (Paride Lanciani chitarre; Stefano Abbà, voce; Luigi Racca; basso e Andrea Vignolo, batteria) hanno registrato le sette tracce del cd omomino, da poco pubblicato dalla AUA records di Udine.
Semplicemente contattato dalla band tramite l’invio di un demo inciso nello studio casalingo, Albini si è reso disponibile a lavorare con la band; le session si sono svolte nel marzo 1999 agli Electrical Audio Studios di Chicago: in tre giorni sono state incise sette tracce, sei originali e una stravolta versione di elettrica "Last night I dreamt that somebody loved me" degli Smiths.
“Kash” è il secondo disco della band cuneese: segue il cd d'esordio "Mutamenti", prodotto da Paul Chain per New LM Records di Ravenna. Info su www.kash.it
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.