Miami vuole rubare a Los Angeles i 'Grammy latini'

Spronata anche dalla locale comunità latina (una delle più grandi in tutti gli Stati Uniti), Miami avrebbe intenzione di "dirottare" la prossima edizione dei "Latin Grammy" in casa propria, "rubando" così la manifestazione a Los Angeles.
Il volere delle autorità, che hanno impegnato tempo e soldi in questa iniziativa, si scontra però con le opinioni della locale comunità cubana e anticastrista, alla quale non andrebbe giù vedere artisti cubani non esuli (e quindi considerati fedeli di Castro) nella città americana.
Miami, in effetti, sarebbe lo sfondo ideale per una kermesse latin oriented: è vero, tuttavia, che la delicata situazione politica (ulteriormente infiammatasi per il recente "caso Elian") renderebbe l'eventuale manifestazione un possibile teatro di scontri. Nel 1999 la polizia intervenne in assetto anti sommossa per placare la manifestazione mirata ad impedire l'esibizione della band cubana dei Los Van Van (candidati, per altro, alla prossima edizione dei Grammy latini).
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.