Nate Dogg riceve il perdono della sua ex, ma non quello della polizia

Nate Dogg riceve il perdono della sua ex, ma non quello della polizia
Nate Dogg dovrà rispondere solo del reato di possesso d’arma da fuoco, mentre ha rischiato di essere processato anche per rapimento, aggressione, atti vandalici e incendio. Queste ultime accuse erano state presentate dalla sua ex fidanzata, nell’estate del 2000 e solo ora ritirate. La donna avrebbe voluto dimenticare la notte del 17 giugno scorso, quando il cantante (noto per le sue numerose partecipazioni nei dischi di Warren G, Dr.Dre, Snoop Dogg e 2Pac) è piombato nel suo appartamento di Lakewood, California, l’ha prelevata con la forza, picchiata, distrutto e poi dato fuoco alla sua auto.
L’ex di Nate Dogg ci ha ripensato per il bene di loro figlio e risparmiargli quindi l’umiliazione di avere il padre dietro le sbarre. La polizia ha ritenuto però di avere prove sufficienti per procedere con l’accusa di possesso d’arma, in base anche a una ordinanza del giudice per un caso di droga che ha visto coinvolto Nate Dogg nel 1996.
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.