Usa, Sony Music manda in pensione i marchi Jive, J e Arista

Usa, Sony Music manda in pensione i marchi Jive, J e Arista

Marchi storici come Jive, J e Arista sono destinati a scomparire presto dal mercato discografico: la conferma, dopo mesi di indiscrezioni, arriva da Peter Edge e Tom Corson, rispettivamente ceo e chief operating officer della RCA presso cui si accaseranno gli artisti finora sotto contratto con le tre etichette.

"Il concetto base è che ha senso continuare a sfruttare il brand RCA senza confonderlo o diluirlo con altre etichette", ha spiegato Corson all'Hollywood Reporter senza escludere che, in futuro, i tre marchi possano essere resuscitati. "Abbiamo imparato a lavorare con meno e auspicabilmente a raggiungere risultati ancora migliori. Per definizione, il business si è ridotto. Si è ridotto lo staff, si è ridotto il roster artistico. Ma generiamo ancora profitto" aggiunge Corson, sottolineando che "gli artisti ci hanno appoggiato in questa scelta. Non abbiamo fatto questa mossa prima di consultarli anche perché, francamente, sono loro il nostro vero brand". Secondo Edge, il nuovo presidente Sony Doug Morris intende "fare dell'A&R il focus della RCA e dell'intera Sony Music, investendo più denaro nello sviluppo artistico e nella realizzazione di dischi di migliore qualità, e spendendo meno in tutto il resto".

Nata nel 1929, la RCA è la seconda etichetta discografica americana in termini di anzianità (dopo la Columbia, anch'essa parte del gruppo Sony Music). Fondata da Ralph Simon e Clive Calder (proprietari del gruppo Zomba) e diretta per quasi vent'anni da Barry Weiss, la Jive Records ha lanciato pop star globali come Britney Spears e Justin Timberlake (ai tempi degli 'N Sync). J e Arista, invece, sono etichette nate dall'intraprendenza del leggendario Clive Davis: la seconda ha lanciato Whitney Houston e ospitato, tra gli altri, Aretha Franklin, Usher e Pink.



Contenuto non disponibile

 

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.