R.E.M.,
il nuovo singolo è un ritorno alle origini

R.E.M.,  il nuovo singolo è un ritorno alle origini
Giusto qualche giorno fa, sulla scorta di qualche prima recensione ‘clandestina’ di fans, ci chiedevamo quale sarebbe stato il suono di “Reveal”, il nuovo disco dei R.E.M. in uscita il prossimo 15 maggio.
Rockol è oggi in grado di darvi in prima persona una risposta. Siamo infatti riusciti ad ascoltare in anteprima buona parte del nuovo singolo “Imitation of life”. Per la cronaca, un clip di 45 secondi del singolo è disponibile sul sito ufficiale del gruppo, all’indirizzo http://www.remhq.com/reveal.html. Il fan-site www.murmurs.com, però, è riuscito a scovare una versione più lunga del clip: due minuti e mezzo, più che sufficienti per farsi un’idea di dove va a parare la canzone.
Come già riportato da Rockol, “Imitation of life” era stato preannunciato come una sorta di ritorno alle origini. Ebbene, dopo un ascolto attento, questa previsione è abbondantemente confermata: la canzone si basa su un arpeggio volutamente retrò della Rickenbacker di Peter Buck e sulla linea melodica disegnata dalla voce di Michael Stipe. Musicalmente, la canzone sembra richiamare il periodo pre-stardom dei R.E.M. Non tanto “Losing my religion”, ma il suono “jingle-jangle” degli inizi, di brani come “So. Central Rain” o “Driver 8”, che avevano fatto paragonare il gruppo ai Byrds. Il sottofondo è colorito con una partitura orchestrale che ricorda vagamente “The great beyond”, con strani effetti elettronici che portano ad un insolito assolo dopo il ritornello. La melodia cantata da Stipe è quanto di più pop i R.E.M. abbiano fatto da anni. I testi, come spesso accade per il gruppo, sono difficilmente comprensibili. Si capiscono comunque il titolo della canzone, cantato nella prima strofa, ed il ritornello, “That sugar cane / That’s tasting good/That cinammon/ That’s Hollywood/ Come on, come on/ No one can see you trying”.
Se questo singolo possa significare per i R.E.M. quello che “Beautiful day” è stato per gli U2, come ha ipotizzato qualche fan, è per il momento difficile a dirsi. Rileviamo infatti che i primi singoli estratti da dischi dei R.E.M. non sono sempre rappresentativi di tutto il disco, ed è improbabile che, per quanto melodico e rock possa essere, “Reveal” sia tutto orientato su queste coordinate. Detto questo, aspettiamo di ascoltare per intero “Imitation of life” per confermare i nostri giudizi.
Dall'archivio di Rockol - Mike Mills e Michael Stipe raccontano "Automatic for the people"
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.