AOL Germany condannata per violazione dei diritti d'autore

Anche il sito tedesco di America Online è finito nel mirino della giustizia con l’accusa di avere violato i copyright musicali. Ad emettere la sentenza di condanna è stata una corte regionale di Monaco di Baviera, sostenendo che gli abbonati ad AOL Germany hanno utilizzato il servizio per scambiarsi illegalmente file musicali appartenenti a società che non ne avevano autorizzato la libera circolazione in rete. I giudici tedeschi hanno condannato la Internet company al pagamento dei risarcimenti danni, ravvisando una sua responsabilità diretta nel fatto di avere pubblicizzato sul sito la possibilità di “caricare” brani al fine di scambiarli con altri abbonati. A differenza di servizi “da pari a pari” come Napster, inoltre, AOL gestisce direttamente il traffico di materiale in rete anziché mettere in comunicazione tra loro i pc dei suoi utenti.
Dall'archivio di Rockol - Music Biz Cafe, parla Gaetano Blandini (SIAE)
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.