Tutti contro Napster: anche EMusic fa causa al sito

Si moltiplicano i nemici della Web company americana, dopo la sentenza del giudice federale Marilyn Hall Patel che lo costringe a fare piazza pulita di tutti i brani musicali scambiati in rete in violazione dei diritti di autori e produttori discografici. In contemporanea alla denuncia presentata dalla National Academy of Recording Arts and Sciences, l’ente produttore dei Grammy (vedi news), è arrivata infatti nela giornata di mercoledì 7 marzo anche quella di EMusic, società on-line che diffonde musica a pagamento (per 10 dollari al mese) ai suoi abbonati. L’amministratore delegato della compagnia, Gene Hoffmann, ha fatto sapere attraverso un comunicato che Napster si è rifiutata di bloccare l’accesso non autorizzato al catalogo on-line di EMusic per oltre sei mesi. Già nel novembre scorso (vedi news), la società aveva cominciato a monitorare con regolarità i passaggi dei suoi brani sui server di Napster, annunciando una possibile azione legale. Che ora è stata inoltrata dinanzi a una corte giudiziaria della California settentrionale: EMusic chiede 150.000 dollari di risarcimento per ogni brano copiato e scambiato illegalmente dagli utenti di Napster.
Dall'archivio di Rockol - Music Biz Cafe, parla Enzo Mazza (FIMI)
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.