NEWS   |   Industria / 04/10/2011

Apple presenta il nuovo iPhone, il 4S

Apple presenta il nuovo iPhone, il 4S

Dopo le consuete illazioni e anticipazioni, la Apple ha presentato il “nuovo” modello di iPhone, con un “keynote” tenuto dal nuovo CEO Tim Cook. La presentazione si è svolta per la prima volta nel campus di Cupertino, nella sede della Apple, ed è anche la prima da quando Steve Jobs ha dato le dimissioni da CEO.
“Nuovo” tra virgolette perché come già successo nel passaggi tra il 3G e il 4, Apple ha scelto per un modello intermedio, il 4S. Apparentemente identico al 4 - stessa scocca - monta però un processore il doppio più veloce, grafica e batteria migliorata: il tutto, stando ai dati forniti da Cook, permetterà performance nettamente superiori rispetto al modello attuale. L’iPhone 4S sarà universale (con antenne GSM e CDMA per funzionare in tutto il mondo) e monterà anche una fotocamera migliorata da 8 mega pixe e ripresa video a 1080i.
La novità è un sistema di riconoscimento vocale avanzato, Siri, una sorta di assistente in grado di riconoscere un’ampia gamma di comandi vocali ai quali dare risposta, di leggere messaggi, interagire con l’agenda. Si tratta di una caratteristica attesa e trapelata in rete nei giorni scorsi che ha avuto i maggiori riflettori nella presentazione e che è il vero valore aggiunto del nuovo iPhone, anche se inizialmente funzionerà solo con inglese, tedesco, francese. Il nuovo iPhone, che sarà disponibile anche in una versione a 64gb, sarà messo in commercio dal 14 ottobre, ma per il momentosolo in Canada, Stati Uniti, Australia, Inghilterra, Francia, Germania e Giappone. In Italia arriverà nella seconda tornata di lancio in una ventina di paesi, il 28 ottobre.
Tra gli altri annunci della giornata, la data di lancio del nuovo sistema operativo per iPhone e iPad, iOS 5, che sarà disponibile dal 12 ottobre. La stessa data verrà lanciato iCloud, il servizio di cloud computing di Apple. In arrivo anche iTunes Match, servizio, che permette di creare una libreria remota sui server Apple, che corrisponda a quella sul proprio computer, disponibile allo streaming -  arriverà a fine ottobre ma inizialmente solo negli Stati Uniti e nel resto del mondo ad inizio 2012.
A margine, Cook ha fornito anche alcuni dati sul settore musicale della Apple, nel consueto riassunto iniziale che ha aperto il keynote: iTunes Music Store detiene il 78% del mercato digitale della musica, e sono stati venduto oltre 300 milioni di iPod in 10 anni, 45 solo nell’ultimo anno. Nell’iTunes Music Store sono presente più di 20 milioni di canzoni, con oltre 16 miliardi di download. “Gli iPod sono ancora una importante fetta di mercato”, ha detto Cook, annunciando a margine un aggiornamento del Nano- con nuova interfaccia ed un cinturino che lo trasforma in un orologio - e l’iPod Touch, ora disponibile anche in bianco: i cambiamenti ad entrambi sono in realtà minimi, ma i prezzi - almeno quelli americani al momento in cui scriviamo - sono stati abbassati, seppur di poc. Nessuna menzione invece sulla permanenza in vendita o meno dell’iPod Classic, discendente diretto dell’iPod originario, di cui in questi giorni si era paventato in rete il ritiro dal mercato, mentre lo Shuffle rimane invariato.