Inaugurazione a Milano dell’Archivio internazionale del disco

Stasera, martedì 6 marzo 2001, alle ore 21.00 presso lo Spazio Oberdan di Viale Vittorio Veneto 2 a Milano si terrà l’inaugurazione dell'Archivio internazionale del disco, la cui sede è in piazza Lima 1, sempre a Milano.
Il progetto si propone di promuovere la cultura del disco inteso come bene culturale. Nasce così, nella capitale dell'industria discografica italiana, un centro di conservazione, catalogazione e consultazione del disco che vuole offrire al pubblico di studenti e studiosi possibilità di studio, ricerca e documentazione sull'intera storia dei supporti sonori (cilindri di cera, 78 giri, 33 giri, 45 giri e CD) relativa a tutti i generi musicali, dal jazz alla musica classica ed etnica, dal pop al rock alle colonne sonore cinematografiche, così come anche repertori non musicali.
L'ideatore e Direttore del progetto è Luca Cerchiari, docente universitario e Presidente dell'Associazione culturale Echomusic/Istituto Superiore di Musicologia di Milano.
L'intento di Cerchiari è quello di offrire alla Lombardia (ma in seguito a tutti con l'accessibilità alla rete) una struttura istituzionale capace di preservare le infinite testimonianze di tradizione scritta, orale e semi-orale. L'Archivio internazionale del Disco apre al pubblico la sede in Piazza Lima 1 il 7 marzo 2001 con orari dalle 11.00 alle 14.00, dal lunedì al giovedì, e dispone di un catalogo iniziale di 35.000 pezzi raccolti tramite donazioni, depositi o acquisti a prezzi pubblici; entro breve tempo raggiungerà i 100.000 pezzi e disporrà di una sede definitiva nel territorio metropolitano. Per informazioni: telefono 0229531803, fax 0229512877, e-mail lucacerc@tin.it.

Music Biz Cafe, parla Claudio Buja (presidente Universal Music Publishing)
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.