Musica e auto, il portale audiovideo di Toyota diventa un'etichetta

Il portale audiovideo Scion A/V, di proprietà della casa automobilistica Toyota e caratterizzato da contenuti che svariano dalla musica al cinema, dall'arte al "lifestyle", dall'informazione alla Internet radio, diventa una etichetta discografica a tutti gli effetti con la missione di ingaggiare artisti e scoprire talenti nonché di promuoverne e distribuirne i prodotti sul mercato (finanziandone, eventualmente, anche i tour). Già dal 2003 la piattaforma lavora a stretto contatto con artisti di nome come Melvins e Dam Funk, collaborando alla pubblicazione di album e alla realizzazione di video musicali che hanno come target principale un pubblico di giovane età. "Avendo lavorato con tanti artisti underground di prestigio, Scion non solo si è guadagnata una reputazione di grande integrità presso la comunità artistica ma ha anche coltivato il desiderio di passare allo stadio successivo, che consiste nell'intrattenere con gli artisti rapporti più completi e approfonditi" ha spiegato il manager delle sales promotions della società Jery Yoshizu. L'orientamento artist-friendly della nuova etichetta è confermato dal fatto che gli accordi siglati da Scion garantiranno agli artisti la proprietà al 100 per cento dei master, mentre la distribuzione delle loro opere avverrà a titolo gratuito.

    Il portale audiovideo Scion A/V, di proprietà della casa automobilistica Toyota e caratterizzato da contenuti che svariano dalla musica al cinema, dall'arte al "lifestyle", dall'informazione alla Internet radio, diventa una etichetta discografica a tutti gli effetti con la missione di ingaggiare artisti e scoprire talenti nonché di promuoverne e distribuirne i prodotti sul mercato (finanziandone, eventualmente, anche i tour). Già dal 2003 la piattaforma lavora a stretto contatto con artisti di nome come Melvins e Dam Funk, collaborando alla pubblicazione di album e alla realizzazione di video musicali che hanno come target principale un pubblico di giovane età. "Avendo lavorato con tanti artisti underground di prestigio, Scion non solo si è guadagnata una reputazione di grande integrità presso la comunità artistica ma ha anche coltivato il desiderio di passare allo stadio successivo, che consiste nell'intrattenere con gli artisti rapporti più completi e approfonditi" ha spiegato il manager delle sales promotions della società Jery Yoshizu. L'orientamento artist-friendly della nuova etichetta è confermato dal fatto che gli accordi siglati da Scion garantiranno agli artisti la proprietà al 100 per cento dei master, mentre la distribuzione delle loro opere avverrà a titolo gratuito.

Questo è un contenuto esclusivo per gli iscritti a Music Biz

controllo dell'utente in corso
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.