Chrysalis garantisce con il suo catalogo un finanziamento da 180 miliardi

La società inglese di edizioni musicali ha chiuso un accordo con la Royal Bank of Scotland in base al quale riceverà un finanziamento di 60 milioni di sterline (oltre 180 miliardi di lire) nell’arco dei prossimi quindici anni offrendo in garanzia il valore futuro del proprio catalogo musicale. Quet’ultimo, comprendente oltre 50.000 brani che spaziano dai Beatles ai Jethro Tull, dai Moloko a David Gray, è stato valutato complessivamente 150 milioni di sterline dagli analisti dell’istituto di credito e ha fruttato 8 milioni di sterline nell'anno 2000, tra royalty sulle vendite discografiche, passaggi radiofonici e televisivi, sincronizzazioni pubblicitarie e cinematografiche e vendita di spartiti musicali. Parte dei fondi ricevuti (circa 25 milioni di sterline) verranno impiegati dalla società per estinguere il suo debito bancario, mentre un’altra porzione (16 milioni di sterline) dovrebbe essere destinata a nuove acquisizioni di cataloghi musicali ma anche nel settore dell'editoria libraria.
    La società inglese di edizioni musicali ha chiuso un accordo con la Royal Bank of Scotland in base al quale riceverà un finanziamento di 60 milioni di sterline (oltre 180 miliardi di lire) nell’arco dei prossimi quindici anni offrendo in garanzia il valore futuro del proprio catalogo musicale. Quet’ultimo, comprendente oltre 50.000 brani che spaziano dai Beatles ai Jethro Tull, dai Moloko a David Gray, è stato valutato complessivamente 150 milioni di sterline dagli analisti dell’istituto di credito e ha fruttato 8 milioni di sterline nell'anno 2000, tra royalty sulle vendite discografiche, passaggi radiofonici e televisivi, sincronizzazioni pubblicitarie e cinematografiche e vendita di spartiti musicali. Parte dei fondi ricevuti (circa 25 milioni di sterline) verranno impiegati dalla società per estinguere il suo debito bancario, mentre un’altra porzione (16 milioni di sterline) dovrebbe essere destinata a nuove acquisizioni di cataloghi musicali ma anche nel settore dell'editoria libraria.

Questo è un contenuto esclusivo per gli iscritti a Music Biz

controllo dell'utente in corso
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2022 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.