IFPI, il mercato mondiale della musica (indotto compreso) vale 167 miliardi

Non è la vendita di dischi e file audio ma la pubblicità radiofonica la maggiore voce di bilancio nel giro d'affari mondiale dell'industria musicale intesa in senso lato, indotto compreso: lo confermano i dati più recenti pubblicati dall'International Federation of the Phonographic Industry (IFPI), che valutano gli introiti pubblicitari delle radio a 32,5 miliardi di dollari, contro i 27,6 miliardi generati dalle vendite al dettaglio di musica allo stato solido (cd, vinile) o liquido (download e stream). La musica dal vivo, 21,6 miliardi di dollari, vale meno del giro d'affari generato dai sistemi audio domestici, 25 miliardi, e dai lettori digitali portatili, 24,2 miliardi, mentre più in basso nella scala di valori si collocano le vendite di strumenti musicali (16,4 miliardi), la pubblicità in riviste televisive e musicali (9 miliardi), le vendite di videogiochi a contenuto musicale (4,8 miliardi), il fatturato delle edizioni musicali (4,6) e i diritti di pubblica esecuzione nei locali pubblici (1,7 miliardi). La cifra totale ammonta a 167,4 miliardi di dollari. "Non credete a quel che leggete a proposito di un music business morente", conclude l'autore, produttore, blogger e consulente nel settore social media Bobby Owsinski su un post ospitato da Hypebot a commento dei dati. "I numeri non mentono".

 

Music Biz Cafe, parla Ghemon
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.