USA, i discografici all'attacco dei 'cloni' di Napster

Approfittando del clamore e delle attenzioni suscitate dalle ultime vicende che riguardano Napster (vedi news), l’associazione dei discografici americani RIAA è partita nuovamente all’attacco degli altri siti di 'file sharing' illegali presenti in rete attraverso una serie di lettere indirizzate ai principali service provider americani: nelle missive, l’organizzazione di categoria chiede agli ISP di rimuovere immediatamente o bloccare l’accesso a siti che distribuiscono materiale musicale in violazione dei copyright, nonché di fare presente ai gestori dei siti in questione che l’attività da loro esercitata è illegale e deve cessare immediatamente. La RIAA si appella a un’interpretazione del discusso Digital Millennium Copyright Act americano del 1998 secondo cui, una volta informato del sussistere di una violazione da parte di un sito che utilizza le sue connessioni, il provider deve intervenire per rimuoverlo. L’azione dei discografici USA ha per bersaglio sistemi “open source” come Gnutella, Wrapster, Imesh e Freenet, che consentono lo scambio di file senza passare da un server centrale come Napster.
Music Biz Cafe, parla Davide D'Atri (presidente e ad di Soundreef)
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.