NEWS   |   Italia / 26/02/2001

Teatro e musica dal vivo da marzo per il Parto delle Nuvole Pesanti

Teatro e musica dal vivo da marzo per il Parto delle Nuvole Pesanti
Dopo l’uscita dell’ultimo album “La ali della mosca”, trascinato dal singolo ”Ciani”, il Parto delle Nuvole Pesanti comincia fra poco la propria stagione live, anticipata da un progetto teatrale.
Il tour del Parto avrà inizio il 15 marzo a Bologna all'interno del Festival di musica mediterranea: "Etniemedfonie", le prime date che seguiranno sono previste il 30 marzo a Torino all’Hiroshima mon amour, il 31 marzo a Domaso (Como) per l’inaugurazione dell’ostello della gioventù "La vespa" e il 7 aprile a Firenze all’Auditorium Flog.
Un appuntamento importante per il Parto prima che cominci il tour è previsto l’8 marzo, quando ci sarà il debutto in prima nazionale al Teatro Studio di Scandicci di “Roccu u stortu", di Francesco Suriano con la regia di Fulvio Cauteruccio, con musiche eseguite dal vivo da Peppe Voltarelli e Salvatore De Siena del Parto. Lo spettacolo fa convergere le esperienze di questi giovani artisti tutti provenienti dalla Calabria, che lavoreranno a una sorta di "histoire du soldat" post-litteram costrito su proverbi, canzoni e filastrocche in un dialetto calabrese che fonda la sua forza proprio sulla incomprensibilità, sul carattere onomatopeico che trova per incanto la comprensibilità. “Roccu u stortu” è una sorta di monologo interiore, uno sfogo furente, un viscerale attacco all'ordine militare in guerra, una denuncia dell'ingiusto, il racconto di uno spirito libero, anarchico, come spesso in questi ultimi due secoli i calabresi sono riusciti a essere, nonostante abbiano vissuto in una terra di padroni e conquiste.
Per lo spettacolo sono state composte alcune musiche originali cariche di tensione ritmica, costruite sulla pulsazione di un tamburello attorno alla quale s’intrecciano i vortici sonori della fisarmonica, con le voci che le voci tracciano linee belliche e a volte melodiche, quasi a voler sottolineare che anche le guerre più aspre, dure ed insignificanti possono riservare momenti di dolcezza e gesti d’amore.
Scheda artista Tour&Concerti
Testi