La Interscope Records (Universal) implicata in un traffico di cocaina

La Interscope Records, una delle etichette di punta di Universal Music (a sua volta appartenente al gruppo fracese Vivendi) e case di artisti come Lady Gaga, U2, Eminem, sarebbe implicata in un grosso traffico di cocaina allestito tra New York e Los Angeles, secondo quanto risulta da indagini portate avanti dalla DEA e dal Diparitmento di Giustizia americano. Gli uffici californiani della casa discografica, infatti, sarebbero stati utilizzati come base per l'assemblaggio di casse per il trasporto di equipaggiamento e materiale musicale ma, in realtà, riempite con chili di coaina e forti somme di denaro contante, per poi essere inviate presso uno studio di registrazione di New York attraverso la società di spedizioni Rock-It Cargo. Al centro del traffico di droga si trova James Rosemond, chiacchierato impresario del rap ora detenuto a New York senza possibilità di cauzione e in procinto di subire un processo che potrebbe costargli l'ergastolo. "Jimmy Henchman" Rosemond è a capo della Czar Entertainment, una scuderia il cui più celebre artista è The Game, e avrebbe sfruttato la sua introduzione nell'industria musicale per utilizzare un canale pulito per il trasporto degli stupefacenti, che poi venivano venduti in strada da una rete di spacciatori facenti capo a lui. La talpa che avrebbe reso possibile la svolta delle indagini, che duravano da oltre un anno, è Khalil Abdullah, un road manager di The Game che, colto in flagrante dagli agenti della DEA, avrebbe negoziato un accordo in cambio di informazioni dopo essersi dichiarato colpevole di traffico di stupefacenti.
Allo stato attuale non è chiaro se Interscope e The Game rischino imputazioni nell'ambito delle indagini in corso.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.