Streaming musicale, MOG lancia l'opzione gratuita (e pensa a Facebook)

Il servizio statunitense di streaming musicale MOG torna alle origini, lanciando un'opzione gratuita finanziata dalla pubblicità, FreePlay, accanto a quella tradizionale a pagamento. La nuova formula vale solo per la versione Internet della piattaforma (chi naviga su MOG tramite lo smartphone dovrà continuare obbligatoriamente a pagare) e permette all'utente di ascoltare musica gratis attingendo a un "serbatoio di benzina" che si riduce in funzione dei consumi ma che può essere rabboccato attraverso molteplici attività, ad esempio guardando uno spot pubblicitario o un trailer cinematografico, cliccando sul logo di uno degli sponsor, portando amici al servizio, condividendo con loro una playlist e così via.

Particolarmente strategica, in funzione di quanto si vocifera a proposito delle imminenti iniziative musicali di Facebook, potrà risultare la possibilità concessa agli utenti di registrarsi a MOG attraverso Facebook Connect. "Se qualcuno si trova su Facebook e preme il pulsante 'play' sulla sua pagina, accederà a MOG senza intoppi, senza bisogno di registrarsi o di scaricare alcunché: la canzone inizierà a suonare istantaneamente", ha spiegato a Billboard,biz  il ceo di MOG David Hyman, rivelando che il lancio dell'offerta gratuita ha comportato faticose trattative con le case discografiche (oltre, ovviamente, all'elargizione di anticipi), e che esso rimanda all'iniziale configurazione del servizio, costruito in origine sulla base della piattaforma "white label" di musica digitale Total Music concepita ma presto abbandonata dalle major Universal e Sony Music. L'obiettivo dell'offerta gratuita di MOG, aggiunge Hyman, è di pareggiare i costi di gestone del servizio e delle licenze musicali, nella speranza di spingere un maggior numero di consumatori a diventare abbonati a pagamento.

Dall'archivio di Rockol - I dieci migliori album del 1987
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.