Classifiche USA: i Beastie Boys fanno strage

Classifiche USA: i Beastie Boys fanno strage
Bestiale il primo posto della classifica USA degli album di “Billboard” che verrà pubblicata la prossima settimana. Al numero uno, infatti, i Beastie Boys piazzano il loro nuovo “Hello nasty” vendendone 680.000 copie in una settimana: il miglior risultato dall’aprile ’97, quando “Life after death” di Notorious B.I.G. aveva venduto una manciata di copie in più. Tutti gli altri titoli, davanti a vendite così grandi, ammutoliscono. La colonna sonora di “Armageddon” scende al secondo posto con 230.000 copie, mentre al terzo debutta il rapper Noreaga con “N.O.R.E.” (153.000 copie). In chiusura, una curiosità. I tedeschi Rammstein, due settimane fa al 108° posto e la scorsa all’80°, nella prossima classifica di “Billboard”, col loro “Sehnsucht”, salgono al 60°. Saranno i nuovi Kraftwerk?
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.