UK, duecento negozi di videogames si mettono a vendere cd

I negozi di dischi chiudono o si ridimensionano? Niente paura, a vendere i cd ci pensano (oltre ai supermercati e ai grandi magazzini) i negozi di videogiochi. Nel Regno Unito le catene Game e Gamestation, leader di settore, hanno appena annunciato l'estensione definitiva dell'assortimento ai prodotti musicali, dopo un primo esperimento temporaneo condotto nell'arco delle due ultime stagioni natalizie: la decisione, che riguarda complessivamente circa 200 punti vendita sparsi sul territorio britannico, rappresenta una boccata d'ossigeno per l'industria discografica preoccupata dalla crisi di insegne specializzate come HMV, che ha già manifestato l'intenzione di rivedere drasticamente le sue politiche commerciali e l'organizzazione delle superfici di vendita riducendo lo spazio destinato alla musica.

L'offerta di Game e Gamestation si limiterà ovviamente a dischi "da classifica", esposti sugli scaffali accanto a videogiochi e film in Blu-ray (in concomitanza con la pubblicazione nel formato dell'intera saga di "Star wars"), privilegiando i prodotti più in sintonia con i gusti della giovane clientela tipo dei negozi. "Sappiamo che i nostri clienti vogliono sfruttare al massimo le loro console utilizzandone tutte le funzioni disponibili, e siamo dunque lieti di poter offrire loro la possibilità di acquistare Blu-ray e prodotti musicali in entrambe le catene", ha dichiarato al settimanale Music Week un portavoce di Game.

In Italia, lo scorso mese di maggio, ha fatto scalpore la decisione della Sony Music di affidare in esclusiva la distribuzione dell'ep d'esordio del trio emo bergamasco Blind Fool Love alla catena di videogiochi GameStop: poiché però le regole concordate dalle case discografiche impediscono di conteggiare nelle classifiche un disco venduto da una sola insegna, successivamente la major ha provveduto ad allargare la distribuzione.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.