Manic Street Preachers: anche Fidel Castro al loro concerto

Manic Street Preachers: anche Fidel Castro al loro concerto
Il 17 Febbraio Fidel Castro ha assistito al concerto dei Manic Street Preachers che si è tenuto al teatro Karl Marx, a L’Avana, di fronte a 5000 spettatori. Il gruppo gallese ha presentato le canzoni del loro nuovo album, “Know your enemy”, la cui uscita è prevista per il 19 Marzo e ha ricevuto grandi applausi, anche da parte di Castro che si è alzato in piedi, dopo l’esecuzione di “Baby Elian”, la canzone dedicata al bimbo cubano che, lo scorso anno, è stato oggetto di grandi polemiche tra gli Stati Uniti e il governo dell’isola caraibica. “E’ una canzone che denuncia il controllo americano sui media e il lavaggio del cervello che ne deriva in tutto il mondo” ha dichiarato Dien Bratfield, chitarrista dei Manic Street Preachers, che ha anche sottolineato come la scelta di Cuba per la presentazione del disco sia volutamente un segno di solidarietà nei confronti dell’isola di Castro. (Fonte: La Repubblica)
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.