La parola di Tupac Shakur, dai ghetti all'Università

La parola di Tupac Shakur, dai ghetti all'Università
Tupac Shakur seguirà la stessa sorte toccata a poeti come Chaucer, Shakespeare e Keats? Forse no, ma per ora di certo si sa soltanto i testi del rapper tragicamente scomparso qualche mese fa saranno oggetto di discussione tra studenti e corpo insegnante in una serie di incontri programmati per il prossimo autunno all'Università di Berkeley, in California. Secondo quando riportato da Associated Press, saranno circa 100 gli studenti che prenderanno parte al corso, e studieranno accuratamente le poesie lasciate dal rapper: nel frattempo la madre di Tupac Shakur, Afeni, si è detta speranzosa di poter pubblicare una raccolta di poesie composte dal figlio.
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.