Rockol - sezioni principali

NEWS   |   Industria / 09/09/2011

Music Cloud, Google Music ora funziona anche con iPhone e iPad

Music Cloud, Google Music ora funziona anche con iPhone e iPad

Via Twitter, Google ha annunciato l'estensione della funzionalità del servizio cloud-based Google Music (tuttora accessibile solo su invito) ai dispositivi Apple equipaggiati con sistema operativo iOS: grazie all'aggiornamento i possessori di iPhone e iPad possono scaricare un'applicazione che consente di accedere all'ascolto della musica caricata sul digital locker collocato sulla "nuvola".

Mentre il servizio Cloud Drive di Amazon funziona per ora solo con gli iPad ma non con gli iPhone, a fine agosto la società produttrice dei due dispositivi, Apple, ha messo a disposizione degli sviluppatori una versione beta del servizio iTunes Match legato al suo progetto di cloud computing iCloud. Lavorando in automatico sul confronto tra i file contenuti nelle collezioni digitali private e il database di brani gestito dagli imponenti server di Apple, iTunes Match non richiede all'utente lo sforzo di trasferire manualmente sulla nuvola la propria library. Come noto, al costo di 25 dollari all'anno il servizio permette di salvare in modalità cloud anche file importati dai propri Cd o ricavati in rete da altre fonti (anche illegali: il prezzo incassato viene spartito con le case discografiche a titolo di compensazione). Il sistema permette di trasferire sulla nuvola anche i brani non riconosciuti dal sistema di "scan & match", per esempio esecuzioni dal vivo mai ufficialmente pubblicate, fino a un massimo di 25 mila e di ascoltarli (e scaricarli) utilizzando fino a dieci dispositivi diversi (pc, iPod Touch, iPhone o iPad).